LA STORIA

La città di Siracusa situata sulla costa sud-orientale della Sicilia, fu fondata dai Greci nel 734 a.C.
Tucidide racconta che i Corinzi, guidati da Archia, approdarono sulle coste di Ortigia e lì fondarono il nucleo originario della città di Siracusa.
La città crebbe e si espanse nei secoli e i nuovi quartieri di Acradina, Tiche, Neapolis, Epipoli furono aggiunti all’insediamento originale della città.
Il nome di Siracusa, deriva dal greco Syraka che significa “abbondanza”d’acqua” e la colonia presto fiorì grazie alle sorgenti d’acqua fresca, al suo sito eccezionale, alla splendida posizione dell’isola di Ortigia, al grande porto naturalmente protetto e al navigabile fiume Anapo.
Oggi Siracusa conserva numerose testimonianze del suo passato greco richiamando lo splendore e il potere dei giganti tiranni, e la rivalità con Atene e Cartagine. Tutte le grandi civiltà che hanno dominato la città hanno lasciato la loro significativa impronta, facendo di Siracusa una delle più grandi città greche nella storia. Dai Romani ai Barbari, dai Bizantini agli Arabi, dai Normanni agli Svevi, dagli Angioini agli Aragonesi, e infine dagli spagnoli ai sovrani Borbonici, più di un millennio di dominazioni è immortalato meravigliosamente, insieme al tocco magico del barocco, nei palazzi, nelle chiese, nelle piazze e nelle strade di una città che riecheggia di storia e tradizioni. Definita da Cicerone “la più grande e bella di tutte le città greche”, la patria di Archimede è stata inserita nel 2005 nella World Heritage List dell’Unesco.